Ottobre Missionario 2020: "Tessitori di fraternità"

Pubblicato lunedì 5 ottobre 2020

Ottobre Missionario 2020

Tessitori di fraternità” è lo slogan della 94° Giornata Missionaria Mondiale che sarà celebrata domenica 18 ottobre.

Prima domenica (4 ottobre): Eletti “Il Regno di Dio sarà dato ad un popolo che ne produca i frutti” In questa prima domenica la parola che ci guida è: Eletti. Siamo chiamati da Dio a lavorare nella sua vigna e vogliamo rispondere con generosità: “Eccomi, manda me”. Siamo eletti dal Signore come “tessitori di fraternità”, perché la sua vigna possa produrre buoni frutti e il suo Regno di giustizia, di amore e di pace possa crescere giorno per giorno anche con la nostra disponibilità e il nostro prezioso contributo. Preghiamo perché nella nostra comunità si rinnovino i legami fraterni e perché in questa eucarestia possiamo ricevere la forza per essere messaggeri di fraternità nelle nostre case, nei nostri ambienti di vita e di lavoro, ma anche profeti di fraternità per il mondo intero.

Seconda domenica (11 ottobre): Partecipi
“Andate ora ai crocicchi delle strade e tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze”
In questa seconda domenica del mese missionario la parola che ci guida è: Partecipi.
Il Vangelo che ascolteremo ci rende ancora più chiara ed esplicita la chiamata del Signore: egli ci invita a partecipare al suo banchetto di fraternità. Non vogliamo mancare a questo invito comunitario, troppo ripiegati sulle nostre necessità e sui nostri interessi particolari. Vogliamo rispondere con gioia all’invito del Signore e lasciarci da lui educare alla fraternità per poter partecipare un giorno a quel banchetto di vita piena che egli preparerà nel suo Regno per tutti i popoli. Preghiamo perché la fraternità che sperimentiamo intorno a questo altare ci conduca a vivere con spirito di apertura e accoglienza anche nei confronti di tutti gli uomini, di tutti i popoli e di tutte le culture, e a percepirli come nostri fratelli, perché tutti figli dello stesso Padre.
 
Terza domenica (18 ottobre): Solidali 
“Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio” In questa domenica in cui celebriamo la Giornata Missionaria Mondiale la parola che ci guida è: Solidali Vogliamo sentirci in comunione spirituale e di preghiera con tutte le Chiese del mondo, in particolare con le Giovani Chiese dei paesi di missione e con le Chiese povere che vivono tra i popoli più impoveriti del mondo. Saremo anche chiamati ad esprimere nei loro confronti la nostra solidarietà concreta con le offerte della colletta che verranno trasmesse, attraverso il nostro Centro Missionario Diocesano alle Pontificie Opere Missionarie. La nostra solidarietà concreta verso le attività dei missionari sparsi nel mondo allarghi il nostro cuore e lo renda capace di vera fraternità verso tutti gli uomini e in particolare verso i più poveri e bisognosi. Il Vangelo di oggi ci invita a dare a Dio lo spazio e l’importanza che egli merita nella nostra vita, senza comunque esonerarci dall’impegno di contribuire alla crescita della vita della società civile. Preghiamo perché il Signore ci guidi nella vita di ogni giorno a fare la nostra parte per la crescita della società e l’inclusione di tutti, con particolare attenzione verso i più deboli. Il Signore ci dia fedeltà e generosità nel «dare a Dio ciò che è di Dio, a Cesare ciò che è di Cesare e al fratello più debole ciò che è del fratello: solidali nella fraternità».
 

Scout VR3
Pastorale Verona
Diocesi di Verona
Cinema - Teatro San Massimo