Le 9 Zone

Il territorio Parrocchiale è stato suddiviso in 9 Zone:

  1. zona_le Brigate.jpg comprende le vie: Brigata Regina- Brigata Sassari- Brigata Savoia- Brigata Piemonte- Brigata Robilant- Boldiere- La Fratellanza- Via don G. Trevisani

  2. zona_Case_Alte.jpg   Comprende Via Romagnoli-Via Ognibene-Via Spagnolo-Via D.G.Segala-Via Pralungo-Via Pole-Via Avogadro-Via Oliosi                  

  3. zona_Case_Basse.jpg    Comprende l'area di: Piazza Risorgimento- Via Sardegna- via 24 Giugno- via Friuli- via Perlasca- via Bellotti- via Leonardi         

  4. zona_Colora.jpg    comprende l'area di via Calabria, via Randaccio, via Lazio, via Lombardia, via Liguria, via Cortili                       

  5. Le Madonine    zona_Madonine.jpg     comprende  le vie Lugagnano, Bacilieri, cà del Bisso, Candia, Cipro, Rodi, Urbano III, Romagnoli (in parte), Fusara (in parte), Speziala, Marche              

  6.  zona_Salvi.jpg    comprende l'area delle vie Lugagnano e Bacilieri                                

  7.  zona_Cason.jpg   comprende l'area di via Cason                           

  8.  zona_Piatti.jpg     comprende l'area di via Piatti e via Volontari della Liberta'  

  9. zona_Aosta_Fusara_Carnia.jpg  comprende le vie Brigata Aosta-Carnia-Fusara (parte)-Anselmi (parte) 

Le zone non sono chiamate a diventare piccole parrocchie, hanno invece il compito di aiutare, sollecitare, incarnare la comunità ecclesiale nel suo insieme. (NB. Rapporto con il C.P.P.)

La finalità principale delle Zone è quella di promuovere una per così dire “microevangelizzazione di vicinanza e di prossimità” curando l'aspetto sociale-culturale-pratico, di tempo libero, ma anche spirituale che prevede tre momenti:

  • l'aggregazione: è la necessità ed il sogno di costruire rapporti veramente cordiali e gioiosi, è l'impegno ad essere attenti e sensibili alle persone più bisognose.. “Tutto ciò può contribuire a vincere l'estraneità e l'individualismo creando un clima non solo di buon vicinato, ma anche di chiesa” (documento CPP ‘72-’75).
  • l'osservazione: la territorialità delle zone impone un compito di attenzione- osservazione alle persone con particolare riguardo ai bisognosi non genericamente, ma evangelicamente in una logica di “essere prossimo”.
  • l'evangelizzazione: le zone sono espressione della parrocchia e pertanto sono manifestazione e testimonianza della nostra fede cristiana, segno di una comunita’ che ascolta, annuncia, riflette la Parola e prega insieme.

Assumono pertanto un significato specifico i momenti unitari nel corso dell'anno: momenti semplicemente di festa o momenti di crescita spirituale o momenti di celebrazione o momenti di programmazione.


Diocesi di Verona
Pastorale Verona
Cinema - Teatro San Massimo
Scout VR3